Ogni 7 giorni un'Idea dal sottoscritto; una brevissima sintesi di un libro che ho appena letto (o che penso sia indispensabile); in più il link ad un articolo che mi è piaciuto.

E la Citazione Finale.

Buona lettura, vs. Francesco Carlà.

Clicca qui per iscriverti.


1. Alcune cose sui cali di Borsa e sulla Maratona dell'Investimento Intelligente (puntata 273 del 18/05/2024)

Vorrei ricordare ai veterani e, soprattutto, ai nuovi abbonati 3 cose MOLTO importanti:

La prima: MAI usare per investire, denaro che può servire per vivere o per imprevisti.

La seconda: un titolo (o un intero pfolio azionario) può avere oscillazioni, in più o in meno, anche del 40/50% durante la Maratona (10, 20, 30 o più anni).

E può accadere più di una volta. Ma questo non preoccupa gli investitori veri che conoscono il valore delle proprie aziende e sanno che le correzioni possono essere grandi occasioni per nuovi investimenti.

Anche per questo è assurdo investire usando denaro preso a prestito e che potrebbe servire a breve/medio termine (anche 3 anni).

Si potrebbe essere costretti a vendere (invece di avere la possibilità di investire) proprio nei momenti più sbagliati in assoluto.

La terza: interrompere la Maratona (per qualsiasi ragione) è una faccenda davvero errata e pericolosa per gli investimenti.

Un esempio pratico? Il caso di chi ha cominciato la Maratona Americana Plus di FCS nel 2018 e l'ha interrotta dopo 12 mesi perchè riteneva il risultato del pfolio modello in quell'anno (-0,6%) insoddisfacente.

Anche se era decisamente migliore di quella dell'Indice (-6,2%) ed era perfino resa positiva dal dollaro (+3,9%).

Conseguenza? Il 2019 e il 2020 sono stati due anni record di FCS: (+51% e +63% rispettivamente).

Un consiglio finale: se siete novizi di FinanzaWorld partecipate Gratis al Meeting della Finanza democratica on line col sottoscritto, cliccando subito qui.

2. Il mio libro della settimana (273)

M. Franco: Secretum

(Solferino)

Massimo Franco è uno dei miei giornalisti preferiti ed è anche uno dei più esperti quando si tratta di cose del Vaticano...

"Monsignor Sergio Pagano è uno degli uomini meno conosciuti ma più potenti e rispettati del Vaticano.

Prefetto dell’ex Archivio Segreto Vaticano dal 1997, questo vescovo conosce a fondo verità e misteri di quello che è stato definito «la centrale dell’intelligence d’Europa», con milioni di documenti accumulati e custoditi nei suoi locali fin dal 1611, anno della fondazione.

Per la prima volta, quest’uomo riservato e colto svela in un libro intervista a Massimo Franco una parte dei segreti racchiusi nel «bunker», il deposito sotterraneo lungo 86 chilometri lineari che ospita i documenti più riservati, visitato in esclusiva dall’autore per questo libro.

Ne emerge una rilettura inedita e spiazzante di alcuni passaggi storici fondamentali.

Dalle carte del processo a Galileo, ai silenzi di Pio XII sulla Shoah: temi cruciali che Pagano ha avuto il compito di studiare e rendere pubblici.

E ancora, dalla razzia degli Archivi Vaticani da parte delle truppe di Napoleone, che li trasferì a Parigi, alla rete di spie papali a caccia dei «modernisti»; dal ruolo dell’America e dei suoi dollari nei conclavi del passato, al rapporto tormentato con la Cina comunista.

Il libro rivela le ragioni che nel 2019 hanno spinto papa Francesco a rinominare l’Archivio Segreto, chiamandolo Apostolico.

È solo una delle «pepite» che emergono da questa miniera di aneddoti, intrecci, a volte leggende che aiutano a conoscere le dinamiche, oltre che la storia, di un’istituzione millenaria."

3. L'articolo della settimana (273)

Montezemolo ed altri imprenditori hanno perso cifre assai ingenti fidandosi di "esperti" che, come minimo, non sapevano esattamente quello che facevano.

Dove hanno sbagliato gli abbienti che hanno perso i loro soldi con questi gestori?

"Non c’è solo la famiglia Montezemolo ad aver investito negli anni 2017-2020 nel fondo lussemburghese Skew Base su consiglio del gestore italo svizzero Daniele Migani. Ora sono spuntati altri nomi di prestigio, come Luca Garavoglia, presidente e maggiore azionista della Campari, Marco Boroli, consigliere della B&D Holding, l’imprenditore della ceramica Claudio Lucchese proprietario della Florim di Modena, il manager italo giapponese della ex Luxottica, Antonio Miyakawa, fino alla Coop Alleanza 3.0, principale azionista di Unipol..."

4. La citazione finale (273)

“Mi accade spesso di svegliami di notte e cominciare a pensare a una serie di gravi problemi e decidere di parlarne al Papa. Poi mi sveglio completamente e mi ricordo che io sono il Papa.”

(Papa Giovanni XXIII)

A rileggerci il prossimo week end!

Vostro


Offerta riservata ai lettori di FC Consiglia:

Ultimo Podcast pubblicato:

Ascolta o iscriviti su:

Apple Podcast

Google Podcast

Spotify

Spreaker

iHeart Radio

Deezer

Podcast Addict

Elenco delle puntate: