Puntata 25: Che cos'è davvero il Rischio negli Investimenti?

FC Consiglia è la mia nuova rubrichetta. Ogni 7 giorni un Consiglio dal sottoscritto; una brevissima sintesi di un libro che ho appena letto (o che penso sia indispensabile); in più il link ad un articolo che mi è piaciuto molto.

E la Citazione Finale

Buona lettura

1. FC Consiglia (25)

La verità è che di questo argomento spesso non si sa molto. Nè prima nè dopo che un investimento sia stato fatto.

Ma su con la vita: ci sono alcune cose importanti che possiamo fare per controllare il rischio:

1 Diversificare sul serio e in modo intelligente;

2 Coprirci quando ha senso e serve davvero;

3 E soprattutto investire con un margine di tolleranza (margin of safety come diceva il grande B. Graham).

Il Beta invece, è un numero che non serve a niente.

E' solo un numerello he riflette le fluttuazioni del passato di un certo titolo. Più o meno come la cosiddetta 'analisi tecnica': è come guidare guardando la strada dallo specchietto retrovisore.

Se non sapete (o potete) tollerare la volatilità a breve termine (cosa diversissima dal rischio) allora non dovreste mai investire in azioni o altri titoli mobiliari.

Il vero rischio è: essere costretti a vendere quando non volete farlo.

2. Il mio libro della settimana (25)

Per tutto il periodo delle vacanze, ripropongo alcuni libri che vi ho consigliato negli ultimi mesi e che magari non avete ancora letto.

Continuiamo con:

lter Isaacson: Steve Jobs

(Mondadori)

Il libro che consiglio questa settimana è "Steve Jobs", la biografia del fondatore di Apple scritta da un grande autore di biografie (Leonardo, Einstein ...) Walter Isaacson.

Avverto chi non l'avesso ancora letto che si tratta di una bella passeggiata: 656 pagine con un carattere microscopico. Ma ne vale decisamente la pena.

La vita del co-fondatore di Apple è conosciuta: nato nel 1955, ha preso per i capelli la generazione degli anni '60 del secolo scorso ed ha attraversato, con alterne vicende, tutta l'epoca del boom del personal computer e della creazione del Simulmondo digitale.

Fino alla fine prematura nel 2011.

Il libro si legge comunque in fretta ed è ovviamente pieno di avvenimenti e personaggi. Ma c'è una cosa che rimane in testa dopo l'ultima pagina: Steve Jobs era un Ossessionato. Ho scritto una newslettera sul tema tre anni fa, la trovate cliccando qui.

Ma Jobs era tante altre cose tutte molto interessanti e alcune discutibili. Le trovate senza nessuna esclusione in questo libro.

3. L'articolo della settimana (25)

Siamo in pieno periodo di vacanze. Così ho pensato di suggerirvi un articolo di Vanity Fair che parla di cibo (buono) e di prezzi (intelligenti).

Chef stellato non è per forza sinonimo di portafoglio svuotato ... -ò-

4. La citazione finale (25)

Il denaro è meglio della povertà, anche se solo per motivi finanziari.

(Woody Allen)


A rileggerci il prossimo week end!

Vostro

Elenco delle puntate