Puntata 102 del 06/02/2021:
Investimenti & Scommesse: GameStop e contorni.

FC Consiglia è la mia nuova newsletter. Ogni 7 giorni un Consiglio finanziario dal sottoscritto; una brevissima sintesi di un libro che ho appena letto (o che penso sia indispensabile); in più il link ad un articolo che mi è piaciuto molto.

E la Citazione Finale.

Buona lettura.

1. FC Consiglia (102)

La vicenda, tuttora in corso, della guerra tra mini-speculatori armati di Reddit e di trading apps, contro hedge funds a super leva impegnati nei loro short selling, ha colpito molto i mass e social media, ma in pochi hanno capito davvero come stiano le cose.

Il pensiero del sottoscritto è semplice:

L'idea che (Reddit) WallStreetBets sia utile a cambiare (democratizzare) Wall Street e la finanza è parecchio ambigua (eufemismo).

Democratizzare la finanza significa usare il Simulmondo per imparare ad investire in modo intelligente. Far crollare (eventualmente) qualche hedge fund minore (al prezzo di moltissimi risparmi di sedicenti traders/rivoltosi), non mi pare un gigantesco obiettivo.

Comunque, a mio modesto avviso, la questione numero 1 deve sempre essere la stessa quando si parla d'investimenti: quanto vale GameStop? ...

Nessuna seria valutazione è possibile per GameStop a $100 (figuriamoci a $300+). Quindi non stiamo parlando d'investimenti, stiamo parlando di scommesse.

E a noi scommettere non piace e non interessa. Mai.

Ma come si fa a scegliere gli investimenti giusti come stiamo facendo noi da quasi 20 anni con i nostri abbonamenti Premium?

Se volete saperlo scrivete a: lodovico.carla@finanzaworld.it

2. Il mio libro della settimana (102)

Corrado Stajano: Un eroe borghese.

(ilSaggiatore)

Un libro che va letto da tutti gli italiani anche (soprattutto?) in epoche come la nostra.

"L'Italia degli anni settanta è l'Italia della loggia P2, della strategia della tensione, del terrorismo rosso e nero, l'Italia in cui la nascente società civile scopre che la democrazia non è un bene acquisito una volta per sempre.

Giorgio Ambrosoli è un avvocato milanese, conservatore, cattolico, in gioventù monarchico. Muore nella notte di una Milano deserta, ucciso da un sicario venuto dall'America, l'11 luglio 1979.

Nel settembre 1974 la Banca d'Italia aveva nominato Ambrosoli commissario liquidatore dello scricchiolante impero bancario di Michele Sindona.

Basta poco ad Ambrosoli per scoprire, allibito, il castello di trucchi contabili, operazioni speculative, autofinanziamenti truffaldini su cui si è retto l'inganno della sindoniana Banca Privata Italiana.

Sfatando le previsioni di chi lo vorrebbe influenzabile, sensibile agli equilibri politici, il "moderato" Ambrosoli si rivela invece un osso durissimo, fedele alla propria integrità morale nonostante le pressioni dall'alto, i tentativi di corruzione che sfociano in minacce, la solitudine in cui gradualmente sprofonda.

Fino all'omicidio, ordinato da Sindona.

La storia di Giorgio Ambrosoli - che Corrado Stajano ricostruisce in un'inchiesta incalzante, fulminea nelle sue giustapposizioni impreviste di fatti e scene, sempre attenta alla verità del particolare - è un frammento illuminante, tragicamente emblematico, della storia politica italiana."

3. L'articolo della settimana (102)

Banca MPS sta facendo ai contribuenti molti più danni di Alitalia. Ho detto tutto.

Per chi (masochista) volesse il dettaglio del disastro continuativo MPS ecco il minuzioso articolo del mio amico Fabio Pavesi ...

4. La citazione finale (102)

“Troppe persone spendono denaro che non hanno guadagnato, per comprare cose che non vogliono, per impressionare gente che non gli piace.”

(Will Smith)

A rileggerci il prossimo week end!

Vostro


Offerta riservata ai lettori di FC Consiglia:

Ultimo Podcast pubblicato:
Elenco delle puntate