Ogni 7 giorni un Consiglio finanziario dal sottoscritto; una brevissima sintesi di un libro che ho appena letto (o che penso sia indispensabile); in più il link ad un articolo che mi è piaciuto molto.

E la Citazione Finale.

Buona lettura.


1. Investitore Intelligente? Risparmi (oltre) 200.000 euro! (puntata 168 del 14/05/2022)

Di recente ho ricevuto una bella lettera. Loredana Marini (Genova) mi chiede quello che state per leggere:

"Caro Prof. Carlà,

Le farò una domanda su un tema d'interesse generale, credo:

Mi sono chiesta molte volte quanti soldi risparmi un abbonato medio usando Fw e i suoi Abbonamenti Premium invece di un fondo d'investimento azionario.

Potrebbe fare un po' di conti per aiutarmi?"

E' presto fatto:

Consideriamo un Investitrice (Investitore) modello con Fw e FC che sia partita con 100.000 dollari ed abbia investito usando come riferimento IBCC dal 2004 (anno di partenza della Maratona Americana "In Borsa con Carlà");

Aggiungiamo a questi 100.000 dollari altri 10.000 dollari di risparmio medio aggiuntivo annuale.

Capitale investito totale: 270.000 dollari.

Usando il 13% medio annuale come rendimento di IBCC (comprende anche il buon risultato del $ nel periodo): il nostro investitore modello, dopo 17 anni, ha un capitale totale di 1.400.000 dollari circa.

Deve solo dedurre 8500 euro (totali) spesi per gli abbonamenti a IBCC (media del costo dell'abbonamento in questi 17 anni).

Vuol dire un profitto totale di 1.130.000 dollari per l'investitore (meno gli 8500 euro dei nostri abbonamenti).

Il costo (medio) di un gestore che avesse avuto nel periodo le stesse performances sarebbe di oltre 213.000 $.

Ps. Si tratta di investitore modello. In realtà il costo del gestore di un fondo può essere anche più alto. Per la semplice ragione che le commissioni sottraggono capitale anno per anno, riducendo quindi le performances.

Comunque ragionamento e calcoli possono dare alla lettrice e a tutti voi un'idea della differenza.

Aggiungo tre cose:

La prima: investendo con i nostri Abbonamenti Premium riprendete il mano il vostro denaro e non lo affidate a terzi;

La seconda: se il denaro investito aumenta, maggiore è il risparmio con Fw e maggiore è il costo con i fondi;

La terza: più a lungo investite con un fondo, più denaro pagate in commissioni.

Stare con la Finanza democratica è decisivo per l'Investitore e l'Investitrice Intelligente. Capire subito la differenza, anche.

E chi non vuole capire la differenza la capirà presto o tardi (mi spiace molto) a sue spese.

Ma allora come si possono scegliere gli investimenti giusti come stiamo facendo noi dal 1999 con i nostri abbonamenti Premium, SuperPremium e Platinum?

Se non sapete da che parte cominciare e volete raggiungere i risultati che hanno raggiunto gli abbonati a FinanzaWorld dal 1999 ad oggi scrivete subito a:

lodovico.carla@finanzaworld.it (Citate questa rubrica, vi attende una sorpresa).

Un consiglio finale: se siete novizi di FinanzaWorld partecipate Gratis al Meeting della Finanza democratica on line col sottoscritto, cliccando subito qui.

2. Il mio libro della settimana (168)

C.M. Cipolla: Miasmi e umori

(il Mulino)

Ho letto quasi tutto quello che ha scritto questo grande economista italiano (cervello in fuga ante litteram visto che ha insegnato molto all'estero). Un economista divertente e utile, cosa che non si può troppo spesso dire dei suoi colleghi accademici.

In questa rubrichetta vi ho consigliato in passato 'Allegro ma non troppo con Le leggi fondamentali della stupidità umana'. E so per certo che a molti di voi è piaciuto.

Cosa di meglio allora, in tempi come quelli che attraversiamo, che leggere questo suo libro: parla di epidemie italiane come forse solo lui sapeva fare.

"Fra la grande peste del 1348 e il Settecento, l'Italia Settentrionale fu all'avanguardia in Europa nell'ambito della sanità e l'igiene pubblica.

Per far fronte alle tante epidemie, che si ripresentavano con regolarità decimando la popolazione, molte città si dotarono di un ufficio permanente, addetto a monitorare la situazione igienico-sanitaria e ad adottare le necessarie misure di prevenzione.

Avvalendosi delle relazioni stese all'inizio del Seicento per ordine del Magistrato alla Sanità dello stato fiorentino, Cipolla ricostruisce le condizioni igieniche delle città, i pericoli di diffusione delle malattie e le misure volenterose, ma spesso inadeguate, che medici e amministratori misero in campo contro gli assalti del "nemico invisibile"."

3. L'articolo della settimana (168)

La propaganda (a mezzo mass media e social) è senz'altro una delle grandi protagoniste del nostro secolo, specie quando ci sono invasioni e guerre.

Ma in generale nelle faccende geopolitiche. E non solo in quelle.

La Cina sembra essere all'avanguardia in questo settore, da sempre. Pensate soltanto all'effetto che ebbe il Libretto rosso di Mao negli anni '70 in Europa.

Ho appena letto questo studio interessante sul tema che vorrei proporvi:

"Con oltre mezzo miliardo di follower su Facebook, i media di stato cinesi hanno sistematicamente diffuso narrazioni di disinformazione russa dall’inizio dell’invasione dell’Ucraina, secondo un’analisi di NewsGuard, l’organizzazione internazionale di giornalisti che monitora l’attendibilità dei siti d’informazione.

Queste organizzazioni, controllate dal governo cinese, raggiungono su Facebook un pubblico enorme, decisamente più ampio di quello dei media occidentali, nonostante la piattaforma non sia attiva in Cina. Ciò significa che il loro pubblico è sparso in tutto il resto del mondo, e può leggere la propaganda nella propria lingua madre..."

4. La citazione finale (168)

"Gli asiatici hanno conquistato il mercato mondiale con metodi sleali: lavorano durante le ore lavorative."

(E. Kishon)

A rileggerci il prossimo week end!

Vostro


Offerta riservata ai lettori di FC Consiglia:

Ultimo Podcast pubblicato:

Ascolta o iscriviti su:

Apple Podcast

Google Podcast

Spotify

Spreaker

iHeart Radio

Deezer

Podcast Addict

Elenco delle puntate: