Ogni 7 giorni un Consiglio finanziario dal sottoscritto; una brevissima sintesi di un libro che ho appena letto (o che penso sia indispensabile); in più il link ad un articolo che mi è piaciuto molto.

E la Citazione Finale.

Buona lettura.


1. Le Regole segrete del Denaro (parte seconda e fine) (puntata 157 del 26/02/2022)

La Felicità Finanziaria è molto importante. Il regno del denaro non è mai stato democratico: chi ha molto tende a volere di più e a far pagare caro il prestito dei suoi soldi.

Del resto tutti vogliono consumare e così abboccano.

Per questo risparmiare ed investire non è mai stato così (apparentemente) difficile in Italia e in tutto l’Occidente.

Il risparmio è minacciato dal consumo inutile e finanziato, mentre l’investimento è circondato dalla nebbia della comunicazione professionale.

Sarò semplicissimo:

1 C’è tutta un’industria che non desidera che voi possiate risparmiare in tranquillità;

2 C’è tutta un’industria che non apprezza che voi possiate investire in autonomia.

L’industria anti-risparmio ci finanzia qualunque cosa (auto, moto, casa, mobili, vacanze etc etc) purchè non ci salti in mente di risparmiare.

L’industria anti-investimento ci fa sentire incompetenti e a rischio, per convincerci che è meglio affidare i nostri denari ai suoi funzionari.

Ci conviene? Vediamo insieme le ultime 3 cosette:

4 Il rischio è un mito pericoloso;
5 L’indipendenza si riconosce al tatto;
6 Semplice è bello e giusto.

4 Il rischio è un mito pericoloso:

Cosa è rischioso negli investimenti e cosa no? C’è il mito del rischio delle azioni e il mito (ormai ex) del non rischio di obbligazioni e immobili.

C’è il mito ancora più pernicioso che per guadagnare di più bisogna rischiare di più.

Tutte sciocchezze. Sciocchezze spesso volute ed interessate, pensateci sopra un po’ per conto vostro.

Il vero rischio è non fare nulla. Non risparmiare e non investire. E nei piccoli esempi che vi ho fatto sopra, avrete anche sicuramente capito perchè. (Specie se torna l'inflazione alta).

L’altro mito è ‘diversificare’.

Warren Buffett, che ha dedicato una vita al risparmio e all’investimento, una volta ha scritto che ‘La diversificazione è la protezione dall’ignoranza. Ma non ha senso se sapete quello che state facendo.’

Cioè se siete InvestitoriIntelligenti e sapete come funziona un'autentica diversificazione.

Quindi state lontani dal ‘capitale garantito’.

Il capitale non può essere garantito perchè viene ridotto anno dopo anno dall’ inflazione e dai costi delle gestioni.

Le uniche garanzie possibili per il vostro capitale (e per il vostro tenore di vita) sono il risparmio e l’investimento intelligente. Quello che deriva dal sapere come, perchè, per quanto tempo e in cosa state investendo il vostro denaro.

5 L’Indipendenza si riconosce al tatto. E’ facile riconoscere chi è davvero Indipendente: solo chi guadagna se voi fate profitti può essere davvero interessato a consigliarvi bene.

Chi guadagna in ogni caso, indifferente ai vostri profitti e alle vostre perdite, non è il consigliere adatto a voi.

Il sottoscritto e FinanzaWorld, dal 1999, vi abbiamo fatto 3 semplici e chiare promesse che sono la nostra bussola e la nostra costituzione:

Le abbiamo sempre scrupolosamente mantenute.

6 Semplice è bello e giusto.

Visto che era semplice?

Solo i metodi semplici di risparmio ed investimento funzionano sul serio. Aggiungete al cocktail la vostra intelligenza e la Felicità Finanziaria è a portata di mano. Finalmente.

Ultima cosa: ci sono due Regole Decisive per far Fruttare a dovere (nel Tempo) i propri Risparmi:

La prima: conoscere la differenza tra prezzo e valore; La seconda: conoscere la differenza tra buoni e cattivi investimenti.

Proprio di queste due cose ci occupiamo noi a FinanzaWorld con i nostri abbonamenti Premium (SuperPremium e Platinum), dal 1999.

I nostri abbonati sanno bene con quali risultati.

Un consiglio finale: se siete novizi di FinanzaWorld partecipate Gratis al Meeting della Finanza democratica on line col sottoscritto, cliccando subito qui.

2. Il mio libro della settimana (157)

M. McConaughey: Greenlights (L'arte di correre in discesa)

(Baldini+Castoldi)

Un'altra biografia, ma stavolta quella di un attore. Uno dei miei preferiti. Avete visto anche voi la bellissima mini-serie True detective? Parlo della prima, quella del 2014 ...

E Interstellar?

Un attore è sempre una persona complicata. Non fosse altro perchè, per lavoro, deve essere per forza schizofrenico. Matthew McConaughey ci riesce (spesso) molto bene.

Ecco come presenta il suo diario e le sue memorie. A me il libro è piaciuto:

"Sono in questa vita da cinquant’anni, ne scruto l’enigma da quarantadue, e da trentacinque tengo un diario pieno di idee su come risolverlo.

Appunti su successi e fallimenti, gioie e dolori, cose che mi hanno stupito o che mi hanno fatto ridere di cuore.

Appunti su come essere sereno. Come stressarmi di meno. Come godermela. Come fare meno male agli altri. Come fare meno male a me stesso. Come diventare un brav’uomo. Come dare un significato alla mia vita. Come essere più io.

Solo di recente ho trovato il coraggio di riprendere in mano i miei diari: vi ho trovato storie del mio passato, lezioni apprese e dimenticate, poesie, preghiere, rimedi, convinzioni, alcune fotografie molto belle e un mucchio di adesividaparaurti (nel libro vi spiego cosa intendo).

Ho trovato anche un filo conduttore, un approccio alla vita che mi ha dato soddisfazione allora e che funziona anche oggi: se sai come, e quando, affrontare le sfide, puoi sperimentare quello stato glorioso che io chiamo “greenlight”, semaforo verde.

Così ho preso un biglietto di sola andata per il deserto, ed è nato questo libro: un album, una testimonianza, una storia della mia vita finora.

Qui sono racchiusi cinquant’anni di cose che ho sperimentato, sognato, inseguito, dato e ricevuto; alcune valide, altre vergognose.

Le volte in cui l’ho fatta franca, quelle in cui mi hanno beccato, e quelle in cui mi sono bagnato ballando sotto la pioggia.

Spero che sia come una medicina con un buon sapore, come un paio di aspirine invece del pronto soccorso, come un’astronave verso Marte senza bisogno di avere la patente e come le risate tra le lacrime.

È una lettera d’amore. Alla vita. (È anche un manuale per trovare più “greenlight” e su come imparare a gestire le delusioni. Buona fortuna.)"

3. L'articolo della settimana (157)

Ho scovato questa intervista che mette a fuoco l'uomo Matthew McConaughey. Un tipo di americano (vive ad Austin in Texas che non è un posto esattamente da super-star) di quelli senza compromessi ...

"Non aspettatevi gossip ma testimonianze di vita.

I genitori e il loro amore selvaggio: sposati tre volte e separati due, sempre tra loro, lui è morto di infarto mentre facevano l’amore («Solo mia madre poteva ucciderlo»).

La prima volta sul set con Richard Linklater (Dazed and Confused-La vita è un sogno) e quel “Alright alright alright” diventato leggenda. I sogni che sono segni e vanno ascoltati, i viaggi (“devi partire per trovare casa”), l’incontro con l’amore della sua vita, Camila... E adesso?"

4. La citazione finale (157)

"La legge di Murphy dice che tutto quello che deve accadere, accadrà. E a noi non sembrava assolutamente una cosa brutta."

(Matthew McConaughey)

A rileggerci il prossimo week end!

Vostro


Offerta riservata ai lettori di FC Consiglia:

Ultimo Podcast pubblicato:

Ascolta o iscriviti su:

Apple Podcast

Google Podcast

Spotify

Spreaker

iHeart Radio

Deezer

Podcast Addict

Elenco delle puntate: