Puntata 98 del 09/01/2021:
Conoscete la vostra inflazione personale?

FC Consiglia è la mia nuova newsletter. Ogni 7 giorni un Consiglio finanziario dal sottoscritto; una brevissima sintesi di un libro che ho appena letto (o che penso sia indispensabile); in più il link ad un articolo che mi è piaciuto molto.

E la Citazione Finale.

Buona lettura.

1. FC Consiglia (98)

Dopo l'euro in Italia si è ricominciato a parlare di aumento dei prezzi. Qualcuno ha perfino riesumato una parola degli anni settanta: "carovita".

Sono tutti modi per non evocare lo spettro che turba ancora i sonni di molti europei (specie al nord): l'inflazione.

Teoricamente in Italia l'inflazione è molto bassa da anni: attorno al 2% medio nell'ultima decade, decimale più decimale meno.

Ma la verità è che per molte persone, e famiglie, l'aumento dei prezzi morde in modo diverso.

Come facciamo a sapere come cresce davvero il costo della nostra vita? Il sito della Regione Liguria propone un calcolatorino per fare una stima.

Vi consiglio di dedicargli un po' di tempo perchè può aiutare a capire meglio come spendiamo (davvero) i nostri soldi, e di quanto stiano aumentando i prezzi dei prodotti e dei servizi che consumiamo regolarmente.

E' molto facile da usare.

All'inizio dovete inserire città di residenza, nucleo familiare etc etc.

Poi quanto spendete in euro, ogni mese, per le varie voci dei vostri consumi: alimentari, tabacchi, abbligliamento, casa, sanità, trasporti, comunicazione e tecnologia, cultura e tempo libero, igiene e ... altro.

Alla fine avrete messo assieme la spesa mensile di oggi, e il programma vi calcolerà, in percentuale e in denaro, che aumenti ci sono stati negli ultimi anni.

Scoprire la vostra inflazione personale può essere molto utile a risparmiare di più. E a vivere meglio.

Se volete saperne di più sul denaro (come si risparmia e come s'investe) cliccate qui.

2. Il mio libro della settimana (98)

Sun Tzu: L'arte della guerra.

(Crescere Editore)

Vi ripropongo un agile volumetto che avevo letto più volte già una trentina di anni addietro.

Un libretto scritto tra il VI e il V secolo a.C. e quindi contemporaneo, in Cina, della grande filosofia greca di Socrate e Platone.

L'argomento? In teoria: l'arte di come fare la guerra. In pratica: tutta una serie di consigli e principi per fare le scelte giuste. A volte anche la scelta di non fare nessuna scelta.

"L'arte della guerra è un trattato di strategia militare attribuito, a seguito di una tradizione orale lunga almeno due secoli, al generale Sunzi tradoto anche come Sun Tzu.

Si tratta probabilmente del più antico testo di arte militare esistente (VI secolo a.C. circa). È composto da tredici capitoli, ognuno dedicato ad un aspetto della guerra. Ebbe una grande influenza anche nella strategia militare europea.

È un compendio i cui consigli si possono applicare, al pari di altre opere della cultura sino-giapponese, a molti aspetti della vita, oltre che alla strategia militare: ad esempio, all'economia e alla conduzione degli affari.

Il libro è tuttora usato per la strategia di molte aziende di tutto il mondo.

Sembra poi che molti grandi personaggi del passato, tra i quali Napoleone Bonaparte, Mao Zedong e Douglas MacArthur, siano stati influenzati o abbiano tratto espressamente ispirazione dalla lettura di questo libro."

Questa che vi presento è una nuova edizione: tradurre il cinese, specie quello antico, è una guerra senza fine.

3. L'articolo della settimana (98)

Gloria Vanderbilt (morta a 95 anni) era la figlia unica dell'erede delle ferrovie Reginald Claypoole Vanderbilt (1880-1925) e della seconda moglie Gloria Morgan (1904-1967).

I soldi spesso si sposano tra loro.

La famiglia Vanderbilt è una famiglia americana di origini olandesi, di notevole importanza nel corso del 1800. Il patriarca Cornelius Vanderbilt creò un impero delle ferrovie e del trasporto marittimo.

I suoi discendenti costruirono grandi palazzi nella Quinta Strada a New York, cottage estivi a Newport, Rhode Island, e la famosa Biltmore Estate.

Nonostante la caduta della famiglia e le gravi perdite finanziarie, i Vanderbilt rimangono la settima famiglia più ricca nella storia.

E Gloria? Beh di lei saprete molte cose leggendo questo articolo che vi segnalo. Compresa la sua fatica letteraria: un romanzo erotico che è stato ripubblicato in America.

I ricchi si annoiano ...

4. La citazione finale (98)

"Le 4 parole più pericolose quando si parla d'investimenti sono: "Questa volta è diverso."

John Templeton)

A rileggerci il prossimo week end!

Vostro


Offerta riservata ai lettori di FC Consiglia:

Ultimo Podcast pubblicato:
Elenco delle puntate