Puntata 108 del 18/03/2021:
Vi hanno mai pagato per la vostra Pazienza?

FC Consiglia è la mia nuova newsletter. Ogni 7 giorni un Consiglio finanziario dal sottoscritto; una brevissima sintesi di un libro che ho appena letto (o che penso sia indispensabile); in più il link ad un articolo che mi è piaciuto molto.

E la Citazione Finale.

Buona lettura.

1. FC Consiglia (108)

Voglio soffermarmi su una cosa decisiva per noi Investitori Intelligenti e Maratoneti Premium di Fw: l'importanza della pazienza e della continuità per raggiungere, e mantenere, i nostri obiettivi.

Uno in particolare:

Far crescere il valore dei nostri investimenti, nel tempo, e procurarci una rendita che possiamo reinvestire oppure spendere, se lo riteniamo opportuno.

Mentre aspettiamo, la nostra pazienza è spesso ricompensata dai dividendi, cioè da quella parte dei guadagni che un'azienda può decidere di pagare ai suoi azionisti. Per questo è così importante scegliere company che fanno profitti e che, regolarmente, ne mandano un po' a noi.

Meglio ancora se con un payout (la quota percentuale di utili distribuita in dividendi) ridotto, che quindi non pesa gran che in bilancio.

Ma sono altrettanto importanti (ed altrettanto nostri) i profitti che un'azienda non distribuisce, ma usa per investimenti ed altre operazioni remunerative.

Soldi che, nelle mani del management giusto, possono fruttare di più che nelle nostre.

Senza contare l'effetto dell'interesse composto che aumenta per via della mancata tassazione dei dividendi.

Ecco perchè mi piacciono le aziende (meglio se sottovalutate o con un prezzo comunque giusto al momento dell'acquisto) in grado di fare utili anno dopo anno, con regolarità e stabilità.

Se poi il titolo è un po' volatile, non importa: decisamente meglio una crescita volatile che un impoverimento costante e sicuro -ò-

Un'ultima cosa assai importante, anzi due.

La prima: avere una discreta concentrazione su alcuni business, può fare la differenza se si è calcolato bene il loro valore intrinseco.

La seconda: avere in serbo una certa liquidità può consentire di sfruttare le occasioni giuste, appena Mr. Market ce le presenta.

E prima o poi lo fa sempre. Se abbiamo Pazienza.

Volete conoscere i 4 Filtri di FC e non siete mai stati Abbonati Premium? Scrivete subito a: lodovico.carla@finanzaworld.it

2. Il mio libro della settimana (108)

J.K. Galbraith: Il grande crollo

(BUR)

Se non l'avete mai letto è il momento di colmare questa lacuna.

Dei tanti libri scritti dal professor Galbraith, questo è probabilmente il più leggibile e forse il più interessante.

Il tema è evidente: un racconto preciso ed incalzante del periodo precedente e seguente il crollo di Wall Street del 1929.

"Alla fine del 1928, l'economia degli Stati Uniti viveva un momento di grande euforia: la Borsa andava a gonfie vele, le azioni crescevano, il denaro correva a fiumi ...

Di lì a pochi mesi quel mondo di carta e di illusioni sarebbe crollato come un castello di sabbia, distruggendo patrimoni, obbligando migliaia di industrie a chiudere, gettando sul lastrico milioni di famiglie, provocando all'interno degli USA una migrazione selvaggia di milioni di disperati in cerca di lavoro con le loro famiglie."

3. L'articolo della settimana (108)

Le Fwiane e i Fwiani della mia età ricorderanno la vicenda del Presidente della Repubblica Giovanni Leone che si dimise, unico nella storia, per una campagna di stampa che poi si rivelò completamente falsa.

Una vicenda, ricostruita con un'intervista al figlio Giancarlo Leone nell'articolo che state per leggere, che al sottoscritto ha fatto venire in mente due cose:

La prima: le fake news e le macchine del fango non sono una novità dell'era di Internet.

La seconda: invece, proprio grazie ad Internet è ora possibile informarsi da tante fonti. E farsi un'idea propria ...

"Ho il ricordo netto di mio padre, Antonio Terzi direttore di Gente negli anni Settanta, che raccontava sgomento, in famiglia, quello che stava accadendo al nostro Presidente della Repubblica Giovanni Leone. Leone venne vilipeso e fatto oggetto di attacchi personali da Camilla Cederna insieme al gruppo dell'Espresso; mio padre non li amava particolarmente."

4. La citazione finale (108)

"Si può essere puntuali e non bravi. Ma è impossibile essere (davvero) bravi e non puntuali."

(Il sottoscritto)

A rileggerci il prossimo week end!

Vostro


Offerta riservata ai lettori di FC Consiglia:

Ultimo Podcast pubblicato:
Elenco delle puntate