Ogni 7 giorni un Consiglio finanziario dal sottoscritto; una brevissima sintesi di un libro che ho appena letto (o che penso sia indispensabile); in più il link ad un articolo che mi è piaciuto molto.

E la Citazione Finale.

Buona lettura.


1. Rialzisti, ribassisti, ottimisti e pessimisti .. (puntata 133 del 11/09/2021)

Rialzisti e ribassisti.

Le definizioni italiane per dire che un operatore di Borsa era più orientato a credere che tutto andasse bene (Ottimista) o tutto andasse male (Pessimista).

E questa attitudine poteva essere legata al mercato tutto intero, a un settore, oppure ad un singolo titolo.

Ma secondo voi qual è lo spirito migliore per essere un Investitore Intelligente? E' bene essere Ottimisti o Pessimisti?

La mia risposta è semplice: essere Ottimisti per il futuro del nostro mondo e per il suo continuo progresso è un'ottima cosa ed è certamente positivo. Altrimenti perchè investire se ci attende la fine (prossima) del Pianeta?

Ma questo non vuol dire essere Ottimisti su tutto e (pure) bendati.

L'atteggiamento giusto, quindi, è il Realismo. Nè Pessimisti, nè Ottimisti.

Solo che, per essere davvero Realisti, bisogna avere un senso della realtà autentico ed evitare di illudersi (prima) per doversi poi compiangere (o auto-consolare) dopo.

Il modo migliore per essere Realisti, nella vita e negli Investimenti, è avere Regole e Metodi. E soprattutto farsi guidare (molto) più dai numeri che dalle parole.

Il mio Metodo potete conoscerlo anche solo abbonandovi in prova gratuita ad un qualsiasi Premium di Fw. E se decidete di non procedere potete tenerlo ed usarlo.

Se cliccate qui trovate tutte le info che vi servono.

La virtù numero 1 dell'Investitore (davvero) Intelligente è (rullo di tamburi) la SEMPLICITA'.

Non date retta (mai) a chi propone formule astruse e "investimenti" complicatissimi.

I veri soldi li ho sempre fatti (e li farò anche in futuro ne sono certo) con idee Semplici. Attenzione: Semplici non vuol dire Facili. E men che meno: Banali.

Semplici come il mio nuovo Podcast con Lodovico: "Investitori Intelligenti".

Attenti a questi 2! E' uscito il nuovo podcast di "Investitori Intelligenti", lo trovi su tutte le piattaforme dedicate.

Disponibile anche su Spotify cliccando qui.

2. Il mio libro della settimana (133)

M. Tyson: True. La mia storia

(Pickwick)

A volte la vita di un pugile può insegnare cose interessanti sui soldi. Su come si guadagnano, risparmiano e investono. (O su come si fanno malissimo tutte e 3 le cose nel caso che state per leggere).

Mike Tyson è stato probabilmente l'ultimo fenomeno globale della storia del pugilato.

Campione del mondo dei pesi massimi a vent'anni, l'unico a detenere il titolo contemporaneamente per la WBC, WBA e IBF, il pugile di New York ha collezionato molto più che titoli e soldi (moltissimi e tutti scientificamente sperperati).

La sua vita (quella fin qui vissuta perchè, incredibilmente, Mike ha solo 55 anni) potrebbe riempire decine di volumi tanto è stata vorticosa e spesso incredibile.

Quindi vale la pena di leggerla.

E' quello che ho fatto, inizialmente con un po' di riserve, visto che Tyson non mi era mai stato particolarmente simpatico. E ho fatto benissimo perchè questo libro contiene molte sorprese.

"Per Mike la boxe non è mai stata uno sport, o un divertimento. È stata questione di vita o di morte, in cui l'allenamento duro, spietato, e la rabbia segnavano la differenza tra un'esistenza misera, da sbandato, e l'esistenza punto e basta.

Cresciuto praticamente senza padre, in un ambiente in cui gente che diceva di amarsi si spaccava la faccia a vicenda, terrorizzato in casa e fuori, era un bambino grassoccio, timidissimo, bersaglio degli scherni dei ragazzi più grandi, che lo chiamavano "Fatina".

Si è definito spesso la pecora nera della famiglia, ma per tutta l'infanzia è stato docilissimo, sempre in cerca di riconoscimento e di calore.

Il candidato ideale alla delinquenza di strada, e al carcere minorile, dove infatti finisce. Proprio il carcere, e non sarà l'unica volta della sua vita, lo salva.

Bastava qualcuno che gli instillasse un grammo di speranza in corpo e sarebbe arrivato sulla luna.

Ma il successo è un cavallo imbizzarrito, che bisogna saper domare, altrimenti ti disarciona. E non sempre è facile se le sirene del passato ti chiamano, e l'uomo che ti ha insegnato tutto ti lascia solo troppo presto a cavalcare la belva che lui stesso ha alimentato.

La stessa che ti rende imbattibile sul ring, e ingestibile fuori.

Vittorie, soldi, fallimenti, donne, alcol, violenza, prigione, droga entrano ed escono dalla sua vita come un vortice."

3. L'articolo della settimana (133)

Come ci si rialza da un k.o.?

“Devi puntare sull’orgoglio. Ci credi, lo vuoi, pensi che Dio ti guidi, devi dimostrare a te stesso che sei il migliore. Riprovarci. Dipende da come ti senti. Io penso sia ferito e non abbia nulla da perdere. Ora diventa ancora più pericoloso”.

Un'intervista della Gazzetta dello Sport ad Iron Mike che dice molto del personaggio ...

4. La citazione finale (133)

"È il posto più bello del mondo, il ring. Sai quello che ti può capitare."

(Mike Tyson)

A rileggerci il prossimo week end!

Vostro


Offerta riservata ai lettori di FC Consiglia:

Ultimo Podcast pubblicato:

Ascolta o iscriviti su:

Apple Podcast

Google Podcast

Spotify

Spreaker

iHeart Radio

Deezer

Podcast Addict

Elenco delle puntate: